Gli ultimi articoli:

Nell’ultima settimana sono stati avvistati diversi delfini; purtroppo in due casi si è trattato di segnalazioni relative ad animali morti.

Delfino morto in superficie (foto Mazzoli)

Delfino morto in superficie (foto Mazzoli)

Andiamo per ordine:

la prima segnalazione è stata fatta il 16 giugno, dalla Capitaneria di Porto di Trieste che ci informava di una carcassa di delfino flottante in superficie, in prossimità delle boe di delimitazione della AMP.

L’animale è stato poi spinto dalla corrente fino a riva dove si è spiaggiato davanti alle scuderie del castello di Miramare, all’interno dell’area protetta.

delfino spiaggiato nell'Amp (foto Vinzi)

delfino spiaggiato nell'AMP (foto Vinzi)

Si trattava di un esemplare di tursiope (Tursiops truncatus) in avanzato stato di decomposizione, tanto che al momento del recupero, effettuato alcuni giorni dopo dalle imbarcazione del Vigili del Fuoco di Trieste e dalla Polizia Provinciale, non è stato possibile effettuare l’autopsia per stabilire le cause del decesso.

Il giorno 17 durante un sopralluogo alla carcassa spiaggiata, sono stati avvistati due esemplari (probabilmente tursiopi) mentre nuotavano tranquillamente al limite della AMP.

Il giorno 19, un altro esemplare di tursiope si è soffermato nel tratto di mare compreso tra la Amp, il porticciolo di Grignano e le mitilicolture; in questa occasione l’animale ha dato spettacolo di sé durante buona parte della mattinata con una serie di salti e colpi di coda.

salti del tursiope davanti all'AMP (foto Ciriaco)

salti del tursiope davanti all'AMP (foto Ciriaco)

Infine l’ultima segnalazione risale a domenica 23 ed è stata fatta dal dott. Luciano Mazzoli, Maresciallo del Corpo Forestale Regionale, che ci ha inviato le foto di un’altra carcassa, vista flottare in superficie nella Baia di Panzano; anche in questo caso sembra trattarsi di un tursiope.

carcassa in superficie (foto Mazzoli)

carcassa in superficie (foto Mazzoli)



0 Commenti

  1. Scrivi un commento